BENVENUTO

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

Menu

    • ANTIPASTI

    • AFFETTATI

      Salame, Lingua con salsa verde, Vitello tonnato

    • SOTT'OLIO

      SOTT'OLIO

      Funghetti, Pomodori secchi, Carciofi

    • CALDI

      CALDI

      Torta di patate, Turtun (Torta di spinaci), Cipolla ripiena, Frittella di spinaci

    • PRIMI PIATTI

    • Ravioli di verdure al ragù

      Ravioli di verdure al ragù

    • Ravioli di patate

      Ravioli di patate

      con crema di funghi

    • Tagliatelle al cinghiale

      Tagliatelle al cinghiale

    • Pasta sciancáa maltagliati

      Pasta sciancáa maltagliati

      con aglio, olio e verdure di stagione

    • SECONDI PIATTI

    • Capra e fagioli

      Capra e fagioli

    • Cinghiale al vino rosso

      Cinghiale al vino rosso

    • Lumache

      Lumache

      con pomodoro e menta

    • Roast-beef

      Roast-beef

    • CONTORNO

    • Patate fritte e insalata

      Patate fritte e insalata

    • DOLCE

    • Torta ricotta e pere

    • Crostata al limone

    • Tiramisù

      Tiramisù

    • Panna cotta

    • Gelati

      Panna, cioccolato, nocciola, limone

 

Caffè-vino-acqua

La nostra storia

L’Osteria del Portico è ancora di proprietà e gestita da parenti di quinta generazione del fondatore originario.

Il calore della famiglia la semplicità’ dei piatti e la tradizione ligure sono le fondamenta su cui si basa la cucina dell’Osteria del Portico.

Castelvittorio

Immaginate di camminare dentro e intorno al paese più incantevole in Italia. Camminate immersi nel verde degli alberi, nei fitti boschi e d’improvviso la natura si apre e si può scorge Castelvittorio nel suo splendore. Come se dentro ad un sogno, tutti i sensi prendessero vita. Gli odori, i suoni, sono quasi troppo intensi. Con tranquillità e serenità, la scena si svolge davanti a voi immersi nella pace dei sensi. Ma, in lontananza qualcosa si muove. Un uccello comincia a cinguettare e cantare, vi da l’impressione di essere l’unico essere umano a distanza di miglia, lontano da tutto … anche se Castelvittorio sembra così vicino.

Castel Vittorio è la classica foto pittoresca adatta alle cartoline: la prima impressione che suscita alle persone che si avvicinano al centro è che sembra troppo perfetto per essere vero. Situato su una collina circondata da una vegetazione molto fitta, si trova un piccolo insediamento di case tra le quali spicca l’alto campanile della chiesa parrocchiale. L’atmosfera del paese non è cambiata nel corso dei secoli ed è quasi surreale. Le case sono dipinte con tradizionali colori pastello, separati da piccoli vicoli, denominati carugi, con scale ripide e strette. Il villaggio ha un aspetto di grande semplicità e compostezza, ma ogni angolo è diverso e ogni vista suscita un’emozione
differente, la monotonia non è di casa.

Walking in Castelvittorio
Camminare a Castelvittorio

COME TROVARCI

 

Da Ventimiglia:
Proseguire in direzione Sanremo sulla SS1. Alla prima rotonda del fiume Nervia (Val Nervia) girare a sinistra sulla SP64 – rimanere sulla SP64 per 20 km, fino a Pigna. Dopo Pigna seguire le indicazioni per Castelvittorio per 4 km.

Servizio bus:
L’autobus numero 7 da Ventimiglia si ferma a Castelvittorio. Parte più volte al giorno.